Yashica Electro 35 GT

Questa best seller degli anni ’60 è stata scovata in una domenica autunnale in mezzo ad un mucchio di cianfrusaglie per € 7,50, non un centesimo di più. Si tratta della Electro 35 GT, ferro da battaglia marca Yashica, che sfidò il suo tempo e le veterane che dominavano il mercato tecnologico (Leica, Contax, Rollei, Zeiss, Voigtlander) essendo la prima macchina 35mm con otturatore elettromagnetico a controllo elettronico, dotata di esposizione automatica a priorità dei diaframmi. Queste innovazioni, unite alla linea sobria, la robustezza di costruzione e l’elevato livello dell’ottica fissa, motivano il successo di critica e pubblico che decretò al suo tempo. L’obiettivo è un Yashinon 45mm f/1,7, vero punto di forza di questa macchina fotografica. La composizione ottica è di 6 elementi in 4 gruppi, con massima chiusura a f16, la distanza minima di messa a fuoco è di 0,8m e la focheggiatura è affidata a un mirino con telemetro molto luminoso e preciso. Il prezzo era equivalente a poco più degli attuali 250 euro, sufficientemente accessibile. L’otturatore scatta su tempi da 30 a 1/500 di sec. più la posa B. Altro elemento è l’esposizione automatica poiché l’esposimetro della Yashica Electro al selenio è montato sul frontale della fotocamera all’interno di una finestrella affiancata a quella del telemetro. Praticamente, regolando il diaframma sulla ghiera dell’obiettivo, il sistema esposimetrico regola di conseguenza il tempo di apertura e i led luminosi rosso e giallo (rispettivamente sottoesposizione e sovraesposizione) indicano come regolare il diaframma.L’esposizione corretta è raggiunta quando entrambi i led sono spenti. Le sensibilità della pellicola selezionabili sono da 25 a 1000 ASA.

Resuscitarla non è stato uno scherzo, poiché aveva lo sportello del vano pellicola completamente bloccato a causa del deterioramento della gomma isolante presente intorno, che aveva incollato il tutto in un unico blocco. Inoltre, problema non da poco, la macchina funziona con una batteria al mercurio che è stata completamente eliminata dal mercato per motivi di difesa ambientale. Dopo aver ripulito il vano batteria dall’abbondante ossidazione, che aveva inchiodato completamente il coperchio, ho letto su internet che le batterie originali possono essere sostituite da pile alcaline di formato e tensione in Volt leggermente diversi: le A32PX da 6V. Poiché però queste ultime hanno un diametro e una lunghezza inferiore, bisogna “adattarle” avvolgendole in un po’ di carta che funge, così, da spessore, e, con una molla da ferramenta, si chiude il contatto elettrico.

La prima Electro 35 del 1966 montava un flash a lampadina, sostituito poi nei modelli successivi anche dall’attacco per flash elettronici (sincro X). Da questo modello tecnologicamente rivoluzionario, si susseguono nel ‘68 la Electro 35 G e nel ’69 la Electro 35 GT. Queste due macchine hanno miglioramenti nell’ottica, corretta e ottimizzata nella messa a fuoco poiché in questo periodo si diffondono maggiormente le pellicole a colori, mentre l’impianto di base rimane immutato. La GT, insieme alla successiva GS, sono le ultime Yashica Electro 35 prodotte in Giappone e assemblate a Hong Kong, mentre l’obiettivo è interamente giapponese. Potete trovare il manuale in inglese qui.

Buoni scatti!

 A.

3 thoughts on “Yashica Electro 35 GT

    • Addirittura?! Non ho idea di quali siano i prezzi, io metto quanto le ho pagate per dare un’idea, però mi ero resa conto che chi me l’ha venduta non ne sapeva nulla. Era comunque messa da panico, è servito dell’olio di gomito!!!🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...